Solidarietà e sapone naturale

Giro l’email inviataci da una nostra amica con la sua esperienza di lavoro e solidarieta’,

Cespu

Buongiorno, sono  una ragazza di Roncone (Tn) e studio a Brescia. L’estate scorsa per la prima volta ho provato un’esperienza in malga con alcuni miei amici: per i 3 mesi estivi siamo stati in Malga Ploze, in cima alla Val Nambrone (laterale della Val Rendena). Qui accudivamo le vacche e ci dedicavamo ad altri lavori come sistemazione di sentieri, realizzazione di piccoli oggetti di artigianato, preparazione di vari prodotti locali, lavorazione del latte … TUTTO il ricavato del nostro lavoro lo abbiamo inviato ai volontari della nostra valle presenti in Sud America, in aiuto alle popolazioni più povere.
In particolare abbiamo imparato a fare il sapone naturale. In allegato le mando tutta la descrizione del sapone. Anche quest’anno ripetiamo l’esperienza e Le chiedo se al Vostro gruppo può interessare l’acquisto di sapone. In questo modo potete portare a casa un buon prodotto naturale e allo stesso tempo sostenere progetti rivolti alle persone più povere.

_____________________________________

La creazione del sapone ci è stata insegnata da una signora della Val di Pejo con i metodi tradizionali che venivano utilizzati un tempo (e in alcuni luoghi anche tuttora).
La cosa interessante è che nella realizzazione vengono impiegati scarti, che altrimenti sarebbero difficilmente smaltibili (vedi grasso animale). In più nel processo non viene utilizzato né gas né altro.
Il sapone di base è completamente biodegradabile. Infatti la soda caustica, a contatto del grasso, subisce una trasformazione chimica tale da renderla non inquinante.
Il processo di Saponificazione (cioè la creazione del sapone) nasce sempre dalla reazione chimica tra un grasso/olio (vegetale o animale) e soda caustica (altri nomi della soda caustica sono: soda, idrossido di sodio (NaOH) o lisciva di soda).
In particolare noi utilizziamo grasso animale: 50% di origine suina e 50% di origine mista tra bovina e ovina in base alla disponibilità (grasso un po’ meno “grasso”).
Soda caustica in scaglie e acqua.
Gli ingredienti sono miscelati in proporzione 1 kg di grasso, 1 l acqua, 100 grammi soda caustica.
Creiamo così delle saponette misura circa 10x15x5. I saponi si conservano illimitatamente, anche diversi anni, in ambiente fresco e secco.
Il sapone può essere utilizzato sia per il bucato, ma soprattutto per l’igiene personale, in quanto delicato, ecologico, ma soprattutto ipoallergenico (per l’assenza di ogni tipo di additivo).
La nostra preparazione non prevede infatti l’aggiunta di oli essenziali o altri profumi, per preservare la purezza e naturalezza del sapone al 100%. Il sapone non ha dunque nessun profumo particolare, se non un essenza di freschezza e pulito naturale.
Inoltre il sapone verrà impacchettato in modo da non creare rifiuti inutili.

Bilancio complessivo: inquinamento zero!

Inoltre il ricavato della vendita di tutto il sapone da noi prodotto verrà completamente donato ai volontari della nostra valle in America Latina, a sostegno delle popolazioni più povere.

grazie e ciao

Maria Cominotti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...